Diario 4/9/2012 – Young e Navigli

Questo ho da dire della giornata di oggi. Cosa che appare verso sera, dopo un’acquazzone fortissimo che lava le strade di Gorgonzola, dove ho mangiato pizza e gelato come si fa in provincia. Torno verso casa e le pozzanghere brillano con i fari e anche qui sono più che pozzanghere, sono laghi. E se ascolto il mio disco per eccellenza per i giri in auto, Harvest di Neil Young, quello si accomoda sul naviglio e tra i capannoni in fallimento come se niente fosse e ci sta comodo, con i finestrini abbassati a cantare a squarciagola.
Credo che abbia a fare in parte con l’acqua e in parte con le lacrime, che poi sempre acqua sono.

 

 

 

About these ads

3 pensieri su “Diario 4/9/2012 – Young e Navigli

  1. tuttavia non so se riescono a mescolarsi. Un giorno devo provare. Voglio vedere se le lacrime sono più pesanti della pioggia, voglio vedere quali sono più veloci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...